Per un pugno di dollari

per-un-pugno-di-dollariPer un pugno di dollari è il primo film della trilogia di Sergio Leone riguardo a “L’uomo senza nome.” Gli altri due film sono “Per qualche dollaro in più” e il famoso “Il buono, il brutto e il cattivo.” Nonostante “Il buono, il brutto e il cattivo” sia considerato il migliore tra questi tre film, anche quest’ultimo si avvicina alla bellezza straordinaria del film più celebre. Si tratta di un remake del film “Yojimbo” di Akira Kurosawa e si avvicina particolarmente anche alla bellezza di questo celebre film. Si trattò inoltre del primo vero spaghetti western.

Clint Eastwood è “L’uomo senza nome,” il quale giunge in una piccola cittadina dove gli affari sono gestiti da due famiglie. Ognuna delle famiglie odia l’altra e il personaggio di Eastwood pensa di poter guadagnare molto denaro facendo sì che le due fazioni si combattono tra loro. Questa è in generale la storia principale. Esistono in ogni caso varie sotto trame, una di queste coinvolge Marisol (Marianne Koch) che viene rapita dal capo di una delle famiglie.

Secondo il mio parere non è la storia a rendere interessante questo film, ma bensì l’intera atmosfera. Mi piacciono tutti i western di Leone proprio per questa ragione. Ovviamente alcuni sono migliori di altri, ma nessuno di loro è noioso. Il modo nel quale è mostrato come Eastwood uccide quattro uomini nella parte iniziale del film è semplicemente spettacolare.

Questo film non è “Once Upon a Time in the West” e nemmeno “Il buono il brutto e il cattivo,” ma l’atmosfera è la stessa, con la sempre straordinaria colonna sonora di Ennio Morricone e un Clint Eastwood all’inizio della sua straordinaria carriera.

Comments are closed.